Weaving Olden Patterns: January 2014

Friday, 31 January 2014

Imbolc

In questi giorni una coltre candida e soffice ha ricoperto il bosco di una fredda pace. Tutto intorno i fiocchi di neve si rincorrono in vortici improvvisi, raccogliendosi sugli alberi e sulla terra, nascondendo gli arbusti e le rocce. Il canto del vento accompagna la loro danza, e se si trattiene il respiro si riesce ad udirli mentre si sfiorano, mentre carezzano le poche foglie non ancora cadute, i rami spogli, per posarsi infine l’uno sull’altro a creare una coperta sulla terra addormentata. Questa è la magia della notte di Imbolc, la Candelora dei tempi più recenti, la notte che segna il lento ritorno della luce dopo i mesi più bui. La primavera è ancora lontana, ma gli agnelli stanno per venire alla luce e mentre alcuni fiori coraggiosi si preparano a fare capolino tra i ghiacci. Imbolc è la festa in cui si onora Brighid, la dea del fuoco che accende le menti di artigiani e poeti, la dea che aiuta a guarire da ogni tipo di ferita.

Questi mezzi guanti sono ispirati alla sua fiamma che arde nella neve, una luce di speranza per il tempo a venire.

During these last few days a soft and white shroud has covered the wood with a cold peace. All around snowflakes chase one another in sudden whirls, gathering on the trees and on the earth, hiding bushes and rocks. The wind sings accompanying their dance, and if you hold your breath you can hear them brushing evenly against each other, gently touching the few leaves who are yet to fall, the bare branches, until they finally lie all together, creating a blanket on the sleeping earth. This is the magic that happens on Imbolc’s night, more recently known as Candlemas; this is the night that marks light’s slow coming back after the darkest months. Spring is still far away, but lambs are soon to be born, while some brave flowers prepare themselves to raise from below the ice. On Imbolc we honor Brighid, goddess of the fire who inflames the minds of crafters and poets, the goddess that helps us heal from every kind of wound.

These fingerless gloves were inspired by her flame, firmly burning amidst the snow, a light of hope for the days to come.


Thursday, 30 January 2014

Neve / Snow

Approfito della neve che da ieri mattina mi fa compagnia per un post che vede come protagoniste alcune mie piccole amiche verdi. Le mie piantine montane gradiscono la carezza ghiacciata della neve, si rifugiano sotto la sua coperta candida, e lasciano appena intravvedere le loro foglie tinte di porpora dal freddo, più belle che mai in questa stagione.

The snow is keeping me company since yesterday mornig, so today I'll write a post about some of my little green friends. My mountain plants love snow's icey caress, they hide under its white blanket, and they let barely see their crimson stained leaves, prettier than ever during this season.




Tuesday, 28 January 2014

Uno sguardo indietro pt 2 / Looking back pt 2

Oggi condivido con voi il mio primo lavoro all'uncinetto in assoluto: una sciarpa per il mio moroso. L'ho iniziata verso la fine dell'agosto scorso, in una cupa mattina di temporale, con il cielo pieno di nuvole scure, proprio del colore di questa lana. Il filato era piuttosto sottile e io piuttosto inesperta, perciò ci ho impiegato un'infinità di tempo a finirla: è stata pronta per la fine di settembre. Anche se qui sui monti le temperature scendono presto, sono comunque riuscita a regalargliela in tempo per i primi freddi. Trattandosi del primo progetto che ho portato a termine vi sono particolarmente legata; riguardandola oggi mi ricorda di quanto fossi lenta a lavorare, e mi dà la misura di quanto sia migliorata.

Today I'll share with you my very first crochet work: a scarf for my boyfriend. I started it towards the end of last August, during a gloomy and stormy morning, the sky full of dark clouds, just the colour of this wool. The yarn was pretty thin and I was pretty unexperienced, so it took me an unbelievably long time to finish it: it was ready by the end of September. Even if on our mountains the temperatures lower early, I was able to give it to him before the real cold days. Being my first project ever, I was pretty fond of it (still am); when I look at it now it reminds me of how slowly I used to crochet, and it makes me realize how much I've improved, too.


Friday, 24 January 2014

Uno scaldacollo / A neckwarmer

Ultimamente ho realizzato diversi scaldacollo, questo però è l'unico con i bottoni, in modo che si possa indossare aprendolo e chiudendolo. La lana che ho scelto è un mix di lana vergine e alpaca, il colore sfuma dalle tonalità del grigio a quelle del blu scuro, e i bottoni che ho cucito si abbinano a questi colori con un tocco vivace dato dall'effetto madreperla. 
Saprò se ho lavorato davvero bene solo martedì, perché è un regalo di compleanno per mio papà, ma io sono già soddisfatta del risultato (se non mi desse tanto prurito sarei tentata di tenermelo).

Lately I've made some neckwarmers, but this is the only one with buttons, so that it can be worn be opening and closing it. The wool I've used is a mix of virgin wool and alpaca, the color blends from shades of grey to dark blue, and the buttons I sewed match these colors with a bright touch given by their mother-of-pearl effect. 
I'll know for sure if my work was fine only on Tuesday, as this is a birthday present for my dad, but I'm satisfied already with the result (if it didn't feel that itchy I'd be tempted to keep it for me).


Tuesday, 21 January 2014

Uno sguardo indietro pt 1 / Looking back pt 1

Ho imparato a lavorare all’uncinetto alla fine della scorsa estate, grazie a mia mamma che ha avuto la pazienza di insegnarmi le basi di questa arte, e nel giro di poche settimane l’uncinetto è diventato una parte integrante delle mie giornate. In una delle mie prime ricerche di gomitoli ho trovato questa lana (bouclé, credo?), e ho subito pensato a mia mamma, appassionata di lane particolari; per lei ho realizzato questi guantini senza dita, i primi di una lunga serie, iniziati e finiti in un pomeriggio di inizio ottobre. Li trovavo particolarmente adatti per quella stagione, con il loro colore vinaccia così tipicamente autunnale, ma devo dire che fanno bella figura anche adesso, in inverno. Avevo visto giusto e in effetti le sono piaciuti, se ne è innamorata appena li ha indossati. Un piccolo dono davvero per chi mi ha aiutata così tanto.

I’ve learnt to crochet by the end of last summer, thanks to my mum who had the patience to teach me this art, and in just a few weeks crochet has become a very important part of my days. During one of my first days looking for yarns I found this wool (bouclé, isn’t it?), and I immediately thought of my mum, who loves peculiar wools; I made these mitts for her, the first pair of many to come, began and finished them in just one October afternoon. I thought they were especially nice for that season, their color reminded me of grape, pure Autumn style, but I have to admit that they look nice during Winter, as well. I was right thinking she would like them – it was love at first sight. Small gift indeed for someone who helped me so much.


Saturday, 18 January 2014

Un doppio dono / A double present

Qualche tempo fa mio papà mi ha chiesto di realizzare per lui una sciarpa e un cappello coordinati. Siamo andati insieme a scegliere i gomitoli, e mentre li lavoravo mi sono pentita di non averne comprati di più, perché mi piacevano davvero tanto le diverse sfumature della lana e l'effetto a lavoro terminato. In ogni caso, lui è stato molto contento del risultato, li indossa spesso entambi e mi garantisce che tengono caldo, perciò posso dirmi soddisfatta...

Some time ago my dad asked me to make him a scarf and hat matching set. We went together to look for the yarns, and as I crochetted I regretted not having bought some more, for I really like the different shades of the wool and the general effect when the work was over. Anyway, dad was very happy with it, he often wears both items and he guarantees they keep him warm, so I can say I'm satisfied...

Wednesday, 15 January 2014

I colori del bosco / The colours of the wood

La lana che ho usato per creare questa sciarpa l'ho trovata in un posto lontano dal mio bosco, un posto molto diverso, che però sento come mio. I colori di questi gomitoli mi hanno colpita subito, mi hanno ricordato la mia casa, e li ho presi senza un progetto preciso, sperando di usarli per qualcosa da indossare nelle mie passeggiate tra le foglie secche e gli alberi spogli. Sono stati un po' nella cesta dei gomitoli, in attesa che io trovassi l'ispirazione per usarli, cosa che è in effetti accaduta. Questo è il risultato, una sciarpa molto lunga, caldissima - quello che ci vuole per andare alla scoperta di nuovi sentieri...

I found the wool that I used to create this scarf in a place far away from my wood, a very different place, where I feel like I belong anyway. These yarns' colours immediately caught my eye, they reminded of my home, and I took them without a project in mind, hoping to use them to make something to wear during my strolling between fallen leaves and bare trees. They dwelled in the wool basket for a while, waiting for my inspiration for a way to use them, which finally came. This is the result: a really long scarf, incredibly warm - just what you need to discover new paths during your walks...


Monday, 13 January 2014

Guanti... con qualcosa in più / Gloves... with something more

Per un regalo di Natale speciale ho creato questi guanti dall'anima doppia: senza dita per garantire praticità, con la possibilità di trasformarsi in moffole quando fa davvero freddo. Indossati dal loro proprietario nella foto, a sinistra si vede come restano con la moffola aperta, a destra con la moffola chiusa. Sono piaciuti molto e io mi sono divertita a inventarmi un modo per farli senza nessun riferimento...


For a special Xmas gift I created these gloves with a double soul: fingerless so that they can be used in everyday tasks, but they can become mittens when it's dreary cold. Their owner wears them in the picture above: on the left you can see how they look open, on the right how they look as mittens. Their owner loved them and I had much fun figuring out how to make them without any reference...

Saturday, 11 January 2014

Qualcosa di diverso / Something different

Oggi mi sono avventurata fino ad un piccolo lago nei pressi del bosco. In questo periodo dell'anno il laghetto è completamente ghiacciato, e i venti che scendono dalle pinete circostanti lo rendono un posto ideale per mettere alla prova i capi di lana.
Questo cappello stile peruviano, un chullo semplice ma molto caldo, l'ho creato con un unico grosso gomitolo, ed è risultato ideale per proteggere dai gelidi venti invernali. Un piccolo dono per la persona che scalda ogni giorno il mio cuore.

Today I decided to take a walk to a small lake nearby. This time of the year the lake is completely frozen, and the whiffs coming down from the adjacent pinewoods make it a very good place to test wool items.
I made this Peruvian-like hat, a "chullo", simple but really warm, with one single big yarn, and it turned out to be an ideal shelter from the freezing winter's winds. A small gift for the person who warms my heart each and every day.


Thursday, 9 January 2014

Un po' di colore... / A little bit of colour...

Finora l'inverno è stato piuttosto mite nel bosco, ma di notte la temperatura scende molto, e bisogna coprirsi bene per poter uscire. Proprio per le buie notti di passeggiate sotto le stelle ho creato queste moffole, nere come il cielo e illuminate da piccoli punti di colore.

The winter's been mild in the woods so far, but at night-time the temperature drops, and we need to be very well sheltered in order to go out. Thinking about the dark nights of strolling under the stars I decided to create these mittens, black as the sky and lit up by small coloured spots.


Sunday, 5 January 2014

La 12° notte

Si avvicina la 12° notte, notte magica, notte di incanti e di tessitura.
Ad ogni nuovo intreccio il pensiero vola a Perchta, a Frau Holda, a Frigg. Continuo a tessere, confidando nel loro aiuto per i lavori già iniziati e per quelli ancora da cominciare.
Ad assistermi da vicino c’è Cailleach, l’anziana dea velata. A Lei dedico questa piccola creazione del colore della roccia ghiacciata…

The 12th night is near, a magic night, a night of spells and of weaving.
At each knot my thought flies to Perchta, to Frau Holda, to Frigg. I go on weaving, trusting in their help for the works that already started and for those that are yet to begin. 
Cailleach takes good care of me, this ancient veiled goddess. I dedicate this little creation, the colour of the frozen stone, to Her…



Buona notte di magia, possiate ricevere i doni che meritate... 

Have a good night of magic, may you receive the gifts you deserve…

Thursday, 2 January 2014

Rainbow gloves


Per iniziare il nuovo anno, un po' di colore in mezzo alla neve che ci tiene compagnia indugiando nei prati...

To start this new year, a little bit of colour in the midst of the snow that still keeps us company, lingering on the fields...


Questi guanti sono nati per essere regalati ad una persona con mani più piccole delle mie, ma ho voluto comunque indossarli per qualche minuto. Ho così potuto verificarne l'ottima tenuta al freddo, molto importante, e ho avuto conferma del piacevole effetto a contrasto sui colori glaciali dell'Inverno. La persona che li ha ricevuti in dono ne è stata entusiasta, e questa è sempre la conferma migliore che una tessitrice possa desiderare...

These gloves were born as a present for someone whose hands are pretty smaller than mine, but I still wanted to wear them for a little while. This way, I've been able to test their resistance to the cold, which is fundamental, and I've had proof of the pleasing chromatic contrast between them and the icey colours of Winter. The person who received this gift was enthusiastic, especially when she tried them on - and this is always the best proof a weaver may ask for...